I festini della Gorizia bene

«Un gruppo di concittadini dediti all’uso della cocaina, non appartenenti alla cerchia dei noti tossicodipendenti con scarse disponibilità economiche». Così vengono descritti dalla questura i goriziani che erano soliti frequentare i festini a base di cocaina organizzati dalla 53enne T.P., che li accoglieva in un appartamento del centro dove, secondo alcune testimonianza, la droga veniva offerta gratuitamente ai presenti. Il giro è stato scoperto dalla polizia di Gorizia grazie a una serie di intercettazioni telefoniche, localizzatori satellitari e diversi interrogatori. Arrestata già lo scorso marzo, la donna pare avesse una relazione pressoché costante con diversi uomini che frequentavano i suoi festini. Uomini che anche durante il periodo passato agli arresti domiciliari, «hanno continuato a cercarla recandosi nei pressi o all’uscio della sua abitazione». Dalle indagini è emerso un ultimo dato interessante. Pur risultando disoccupata, la donna non avrebbe mai dimostrato di avere problemi di natura economica o di essere alla ricerca di denaro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *