Gusti, partenza sprint

Le prime due serate di Gusti di frontiera hanno tutto l’aspetto dell’antipasto in vista di un nuovo record di presenze. Calcoli e stime che si affidano anche ai consumi registrati dagli operatori, oltre che alle immagini registrate dalle telecamere che sorvegliano l’area della festa. In attesa dei dati di ieri, soltanto nella giornata giovedì per il Comune di Gorizia i visitatori sono stati già il 20 percento in più rispetto alla stessa sera di un anno fa. I 23 Borghi in cui è stata divisa la festa sono apparsi tutti affollati, a conferma di come la variegata offerta di specialità sia un punto di forza indiscutibile della manifestazione. Goriziani ma anche visitatori da fuori città non hanno voluto perdersi l’occasione di assaggiare le specialità proposte dagli oltre 350 stand di 44 nazioni del mondo, dalle succulente pljeskavice preparate in via Roma alla carne stufata nella Guinness in piazza Vittoria. Immancabile la fila fin dal momento dell’apertura davanti allo stand dei kurtos, i cannoli ungheresi, con più di qualcuno che ha già colto l’occasione per farne scorta. Sempre apprezzate le leccornie delle regioni italiane, che fanno bella mostra in corso Italia, così come la fiorentina preparata dai toscani in via Marconi. Gli stand saranno aperti oggi dalle 10 alle 2, e domani dalle 10 alle 24.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *