Gusti, modello da esportazione

Gusti di frontiera è un modello da seguire anche per la valorizzazione del territorio attraverso le sue tipicità. Una delegazione di 33 operatori turistici e produttori croati e serbi è in visita a Gorizia proprio per studiare la kermesse, ideale come esempio di turismo legato all’enogastronomia. L’iniziativa, che rientra in un progetto internazionale tra Croazia e Serbia, si propone di raccogliere spunti utili per la promozione della zona del Danubio centrale. Tra i momenti salienti della visita a Gusti di frontiera, il pranzo preparato nella casa Mischou di via Rastello, nello spazio gestito da Andrea e Marco Cecchini. Nel menu il toc in braide e gli gnocchi con salsiccia e funghi, accompagnati da vini del Collio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *