Goriziano al vertice del forum delle associazioni cattoliche del lavoro

Federico Vidic
Federico Vidic (27)
foto facebook
Il goriziano Federico Vidic è stato chiamato a presiedere il forum che raccoglie le principali associazioni del lavoro di ispirazione cattolica del Friuli Venezia Giulia, Cisl, Acli, Confcooperative, Confartigianato, Mcl, Cdo e Coldiretti.
Vidic, già presidente del Centro Studi “A.Rizzatti”, oggi durante il Forum organizzato a Trieste ha toccato tutti i temi “caldi” della crisi economica dall’aumento ulteriore dell’Iva e delle accise sui carburanti ai temi di politica socio-economica. «Alcuni pretendono che, in nome della crisi, sia lecito ignorare i diritti basilari dei lavoratori, puntare sul nero o sacrificare gli standard di sicurezza. Non è così. Il rischio è di fare passi indietro e tornare alla legge della giungla e minare la coesione sociale».
«Sono state le famiglie il vero pilastro del welfare di questi anni», ha dichiarato Raffaele Bonanni, leader nazionale della Cisl, che ha partecipato al convegno annunciando per il 4 aprile la presentazione in regione dello studio del sindacato sul welfare famigliare e le proposte con cui stimolare politica e istituzioni sull’argomento. «La dottrina sociale della Chiesa – è stato evidenziato – si offre a tutti non come imposizione, ma come proposta per affrontare temi che altrimenti non troverebbero spazio e per dare voce ai più deboli, come lo sono i lavoratori precarizzati e le piccole imprese costrette a chiudere per i ritardi dei pagamenti e la stretta creditizia».
«Non è il programma di una nuova forza politica – ha concluso Federico Vidic – ma l’insieme di priorità che un Paese e una Regione costitutivi d’Europa devono dasi per il futuro dei cittadini e in particolare dei giovani.»

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *