Gorizia ricorda i Militi Ignoti

Anche a Gorizia si svolgeranno cerimonie per ricordare il 90° anniversario del trasferimento dal capoluogo isontino ad Aquileia delle salme dei soldati sconosciuti dalle quali fu scelta quella del Milite Ignoto tumulata presso l’Altare della Patria a Roma. Le manifestazioni sono organizzate dal Comune in collaborazione con l’Istituto del “Nastro Azzurro”, l’Associazione nazionale “Combattenti e reduci”, l’Unione nazionale ufficiali in congedo d’Italia, l’Associazione nazionale del Fante e l’Associazione nazionale Arma di cavalleria.
Mercoledì 19 ottobre, alle ore 9, nel Parco delle Rimembranze, in concomitanza con la data in cui arrivarono a Gorizia le prime sette salme dei soldati sconosciuti sarà deposta una corona d’alloro al monumento dei caduti mentre alle 10, nella sala della Torre della Fondazione Carigo, ci sarà la conferenza “La leggenda del soldato sconosciuto all’altare della Patria”, tenuta dal generale Lorenzo Cadeddu.
Martedì 1 novembre, per ricordare la traslazione dei feretri degli 11 soldati ignoti da Gorizia al cimitero degli Eroi di Aquileia ci sarà, alle 9, l’alzabandiera in piazza Vittoria e alle 9.15, nella Chiesa di Sant’Ignazio, si svolgerà il rito religioso officiato dall’arcivescovo Dine De Antoni.

Ricordo storico: le prime sette salme giunsero a Gorizia il 18 ottobre 1921 e furono portate nella chiesa di Sant’Ignazio con una solenne e commovente cerimonia che, dalla stazione ferroviaria, attraversò la città, in attesa della traslazione ad Aquileia, il 27 ottobre successivo. Qui, nella basilica, Maria Bergamas, a nome di tutte le madri che avevano perso figli in guerra, nel corso di una straziante cerimonia, scelse la salma del Milite ignoto.

Patrizia Artico
Responsabile Ufficio Stampa
Comune di Gorizia
tel. 0481 383 330
cell. 3337160414
mail to: patrizia.artico@comune.gorizia.it
ufficio.stampa@comune.gorizia.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *