«Gorizia più bella in 10 anni»

Tutti schierati, come nella migliore tradizione scolastica, per la foto di anno. Pardon, di fine mandato. Eccolo l’ultimo fotogramma dei cinque anni trascorsi nell’aula di piazza Municipio dai consiglieri comunali uscenti. L’assise è infatti destinata a cambiare volto, se non composizione, dopo l’appuntamento con le elezioni amministrative del prossimo 11 giugno. Un ultimissimo consiglio, congiunto con i colleghi di Nova Gorica e San Pietro, potrebbe essere convocato entro la fine del mese. Ma intanto il sindaco di Gorizia, Ettore Romoli, ha voluto rivolgere un primo saluto ai consiglieri di maggioranza e opposizione. In particolare a questi ultimi, dai quali sempre nel corso dell’ultima seduta aveva ricevuto parole al miele, ha rivolto un ringraziamento per «non aver dimostrato astio né odio nella propria azione politica, elementi che possono dare una certa soddisfazione sul momento ma che non fanno l’interesse di nessuno, tantomeno dei cittadini». Su un punto il primo cittadino, che si prepara a deporre la fascia tricolore, ha puntato in maniera decisa. «Gorizia oggi è una città migliore rispetto a quella che ho preso in mano dieci anni fa» ha detto, «e su questo respingo con forza ogni critica, che sul resto sono ben accette. Nessuno può pensare di aver fatto tutto bene in un periodo così lungo». Il sindaco ha poi indicato alcune strade che potrebbero rivelarsi importanti per la Gorizia del futuro. «La prima è senza dubbio quella dell’aeroporto» ha evidenziato, «che può essere la rinascita di un manifatturiero specializzato e di alto valore tecnologico, la seconda è il Gect, che dovrà dare i suoi frutti e sono convinto che, se continueremo su questa politica, presto li darà».

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *