Gorizia conquista l’Expo

La merenda goriziana e i vini del Collio spopolano all’Expo di Milano. I piatti preparati per l’occasione dalla chef Michela Fabbro, dell’associazione Gorizia a tavola, accompagnati dai vini del Collio, scelti dall’omonimo consorzio e proposti dall’Onav di Gorizia, presente con Daniela Markovic e Claudia Culot, sono stati molto apprezzati dal numeroso pubblico presente al cluster Tuberi e Cereali. L’appuntamento milanese ha visto protagonista l’enogastronomia goriziana, in particolare l’ormai conosciutissima merenda, aperta dagli apprezzatissimo crostini con il Liptauer, degustati mentre chef Michela preparava la frittata con le erbe, servita poi con l’accompagnamento della Rosa di Gorizia, preparata dall’Associazione produttori di radicchio, presente all’evento con Andrea Gattesco. Il tutto mentre l’appassionato studioso della gastronomia goriziana, Roberto Zottar, rappresentante dell’Accademia Italiana della cucina, illustrava storia e caratteristiche delle pietanze offerte e delle peculiarità dei piatti goriziani. Si è parlato poi della peculiarità dei dolci goriziani e delle 56 varietà di strucoli, dolci presenti a Gorizia e nelle valli circostanti oltre che della putiza goriziana esportata in Boemia, Polonia e perfino negli Stati Uniti. Non poteva mancare, nell’esposizione di Zottar, la storia del gulasch. E intanto ieri, la Rosa di Gorizia ha avuto il suo momento da protagonista anche alla Barcolana, dove è stata presentata all’interno delle iniziative dello stand Ersa, nel villaggio sulle Rive.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *