Gentile, un invito di buon senso

Difficile pensare che la recente emergenza clandestini a Lampedusa, non risolta dal Ministro degli Interni della Lega Nord Maroni, potesse avere così diversificate reazioni. La Lega Nord, per mezzo del suo più rappresentativo ministro, alza bandiera bianca davanti all’irresponsabile Europa e per “salvare la faccia” non trova miglior modo di scusarsi dicendo che dobbiamo uscire dall’Unione Europea. Incredibilmente la reazione più di buon senso arriva dal Ministro della semplificazione Calderoli, autore di performance mediatiche non da poco, sempre targate Lega Nord. Ritiriamo le nostre truppe dal Libano! Quando siamo pronti ad accogliere il rientro della goriziana “Pozzuolo” dal Medio Oriente, con solenne cerimonia a Gorizia, proprio questa può essere una giusta risposta del nostro Governo al disimpegno dell’UE. I nostri soldati, portatori di pace in Libano, ormai risultano essere superflui quando l’emergenza pressante sono i nostri confini. Li si riporti a lavorare per la propria Patria, che ne ha necessità ed ammira la loro abnegazione, fosse anche per un’isola più vicina alla Tunisia che all’Italia.

Fabio Gentile
Vice Vicario Provinciale PDL Gorizia

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Le opinioni dei lettori su "Gentile, un invito di buon senso"

  1. Mi piace questa soluzione, oggi l’emergenza è in Italia. Per chi non lo sapesse, l’ingresso nei Paesi Arabi è sempre stato vincolato ad un visto d’ingresso, sia per lavoro che per turismo (dove esiste) ed in questo modo, Arabia Saudita, Tunisia, Yemen, Libia, Egitto,Siria, Libano, ecc. hanno sempre controllato i flussi migratori. Oggi, visto che lo spirito comunitario vacilla, penso sia dovere dello Stato proteggere il territorio attuando un controllo navale a tutela di Lampedusa. Esercito a casa con le stesse regole d’ingaggio di chi parte in missione perchè, questa volta, la missione è in casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *