Gect, via libera a sanità e Isonzo

Una unione di intenti che finora a Gorizia solamente il Gect era riuscita a raggiungere. La conferma è arrivata ieri pomeriggio durante la maxi-riunione dei consigli comunali dei tre comuni che hanno dato vita al gruppo di cooperazione territoriale, vale a dire quelli di Gorizia, Nova Gorica e San Pietro. Una seduta plenaria che aveva il profumo della cerimonia ma durante la quale i consiglieri dei tre Comuni non si sono risparmiati con interventi dettagliati che sostanzialmente hanno messo d’accordo l’intera platea, ospitata per l’occasione nel centro congressi del Perla, oltre confine. «La riunione congiunta dei consigli comunali, la prima nella storia, non ha solo un valore simbolico» il commento del sindaco di Gorizia, Rodolfo Ziberna, «ma conferma la volontà delle tre amministrazioni di lavorare insieme per far emergere le straordinarie potenzialità del territorio e favorire lo sviluppo economico e occupazionale, in primis concretizzando i progetti. L’ obiettivo prioritario è quello di migliorare la vita della nostra gente, con un occhio particolare alle giovani generazioni. Per questo dobbiamo superate le resistenze che ancora ci possono essere da una parte e dall’altra e impegnarci per dare un futuro positivo a questo confine».

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *