GdF, controlli sull’intera provincia

I militari del Comando Provinciale Guardia di Finanza di Gorizia hanno ultimato,nelle ultime settimane un “piano coordinato di controllo economico” in tutto il territorio isontino.
L’operazione di servizio ha interessato, tra gli altri, i settori di servizio a tutela delle entrate, del mercato dei capitali, beni e servizi nonché del lavoro; in particolare, sono stati eseguiti controlli a tappeto in materia di regolare rilascio di scontrini e ricevute fiscali, abusivismo commerciale, lotta al lavoro nero, lotta alla contraffazione e controllo del territorio.
In materia di emissione di scontrini e ricevute fiscali, sono stati eseguiti 69 controlli che hanno portato alla constatazione di 17 violazioni per mancata o irregolare emissione di tali documenti fiscali, con una percentuale di incidenza delle irregolarità pari a circa il 25%.
Le attività controllate risultano riconducibili alle molteplici categorie di esercenti che compongono il tessuto economico – commerciale del territorio Isontino; le violazioni constatate sono riconducibili – nella maggior parte – alle attività di bar e caffe, ristoranti, pizzerie e agriturismo.
Tali irregolarità vanno ad aggiungersi alle 82 violazioni in materia di scontrini e ricevute fiscali già individuate dalla Guardia di Finanza – sul territorio dell’intera provincia – nei primi mesi dell’anno.
Sono stati eseguiti controlli anche nelle seguenti altre aree di interesse istituzionale: in materia di contrasto all’abusivismo ed alla vendita di prodotti contraffatti, di tutela del “made in Italy” e sulla sicurezza dei prodotti, consentendo il sequestro di oltre 1.700 capi di abbigliamento; nella lotta al lavoro nero, scoprendo n. 2 lavoratori irregolari (in nero) con la proposta di sospensione di una attività commerciale. Inoltre, si è proceduto al sequestro di lt. 120 di prodotti petroliferi illecitamente importati con conseguente denuncia di un cittadino italiano e alla contestazione di una violazione in materia valutaria a carico di un cittadino di origine cinese per importazione illecita di valuta (€ 19.000,00 in denaro contante).
I predetti risultati vanno ad aggiungersi ai sequestri di ulteriori 3878 pezzi di accessori e capi di abbigliamento riportanti marchi contraffatti ed alla denuncia di n. 3 soggetti ritenuti responsabili dell’illecito, alla scoperta di n. 21 lavoratori irregolari, al sequestro di kg. 70,00 di t.l.e. introdotti illecitamente nello Stato, già effettuati dalla Fiamme Gialle goriziane nei primi mesi dell’anno.
Nel corso delle operazioni, è stato – altresì – individuato il trasporto abusivo di n. 10 gattini cui è seguita la denuncia dell’autista del mezzo per maltrattamenti agli animali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *