Fidal verso il “Fabretto”

Primi passi verso il futuro del campo “Fabretto”. Dal primo aprile il campo di atletica leggera della Campagnuzza sarà affidato a una società cooperativa con l’obiettivo di traghettarlo fino al primo gennaio 2018, data entro la quale si attende che vengano perfezionati gli accordi per affidare la gestione diretta dell’impianto al comitato regionale della Federazione italiana di atletica leggera (Fidal). La procedura pubblica per l’individuazione della cooperativa è attualmente in corso. La giunta comunale nel frattempo ha approvato una delibera che stabilisce i compiti della cooperativa, che oltre a rendere fruibile il campo per le attività scolastiche e agonistiche, dovrà occuparsi della pulizia, della preparazione e della custodia dell’impianto. La gestione provvisoria scatterà dal primo aprile e proseguirà per sette mesi, con la possibilità di estendere la durata del servizio fino all’aprile del 2018. La delibera stabilisce inoltre l’ammontare delle spese per l’affidamento del servizio, che fino al 31 dicembre di quest’anno raggiungeranno i 28.285,71 euro, mentre da gennaio ad aprile 2018 è prevista una copertura pari a 15.712,20 euro. «Arrivare entro il primo gennaio del prossimo anno all’affidamento del “Fabretto” è per noi una assoluta priorità» ha commentato il numero uno della Fidal regionale, Guido Germano Pettarin, «l’impianto della Campagnuzza andrebbe a completare la presenza diretta della federazione nei quattro capoluoghi (finora Gorizia è l’unico scoperto, ndr) e negli impianti di riferimento per l’atletica regionale. Le opportunità di sviluppo del “Fabretto” dovranno moltiplicarsi, puntando non soltanto all’attività fisica, ai successi sportivi e alla presenza nei campionati giovanili, ma guardando anche alle occasioni di richiamo del pubblico per le grandi manifestazioni di atletica leggera».

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *