Fedeli gradesi a Venezia

Grado madre di Venezia. Binomio che affonda le sue radici nella storia, in quanto per oltre settecento anni la sede del Patriarca di Venezia fu a Grado. Tanto che il suo trono, un tempo nella Basilica di Sant’Eufemia, ora si trova proprio a San Marco, a ricordare ancora il legame tra le due comunità. E fu nel 1994 che il Capitolo dei Canonici di Venezia decise di conferire all’allora arciprete di Grado, monsignor Silvano Fain, il titolo di Canonico Onorario del capitolo, per ricordare il filo che per secoli ha legato le due basiliche. Ma la lungimiranza di monsignor Fain fece sì che il titolo si estendesse ai suoi successori: durante il servizio come arciprete-parroco di Grado, i monsignori che si sarebbero susseguiti alla guida di Grado avrebbero avuto “durante munere” il diritto di fregiarsi del titolo di canonici onorari. Così una nutrita delegazione di fedeli gradesi si è recata assieme a componenti delle parrocchie di Fossalon e Aquileia alla Basilica di San Marco dove, durante i solenni primi vespri in onore del Santo Patrono, è avvenuta la vestizione e presentazione al capitolo di monsignor Michele Centomo, che ha potuto così sedere dove ventitré anni prima si era seduto monsignor Fain.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *