Facebook, bufera su piazza S. Antonio

La foto che ha scatenato la polemica (foto: Facebook)

La foto che vedete è stata pubblicata nei giorni scorsi dal consigliere comunale Franco Hassek su Facebook, arcinoto social network che non scappa alle beghe cittadine.
Hassek, che ha colto l’occasione per ringraziare pubblicamente il sindaco Romoli, è stato attaccato dai signori Cingolani prima e Portelli poi. Il primo, segretario comunale del Partito democratico, ha segnalato la presenza di video autoprodotto, nel quale vengono ben illustrati i problemi causati alle case di piazza Sant’Antonio dai lavori per il rifacimento della piazza stessa; mentre il secondo, consigliere comunale a Gorizia e capogruppo PD, mena i quattro venti dati temibili. Nemmeno il miglior Berlusconi non era arrivato a tanto: sbandierare sondaggi senza svelarne la misteriosa fonte. “capisco che tu voglia sostenere il tuo sindaco, ormai in minoranza in città”. Se non avete letto, fatemi la cortesia di rileggere. Che Romoli, poi, sia o meno gradito dai goriziani non è affar mio, ma che lo si affermi senza la minima documentazione, fa riflettere. Diamo inizio alla campagna elettorale per il 2012? “Il fatto -continua il capogruppo- è che la piazza era bella già prima dell’intervento romoliano. Questo pensano infatti la gran parte dei goriziani”, come indicano i sondaggi della fantasia portelliana.
Ma, a contraddire più Portelli che Cingolani, sulla cui segnalazione c’è poco da dire, anche se lievemente fuori posto, la maggioranza dei goriziani si schiera a favore del consigliere comunale di Un’Altra Gorizia, condottiero di un’armata di nostalgici a cui Gorizia di oggi piace molto più di quella che esisteva tre anni or sono, ma che ancor peggio digeriscono la nascita di questa facile polemica.
Una polemica poi spenta così come si accese, con la promessa di un bicchiere pacere da Lollo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Le opinioni dei lettori su "Facebook, bufera su piazza S. Antonio"

  1. La piazza è bella ed è stata una delle opere positive della giunta Romoli, a detta di tutti. Se si parla male di ogni cosa a prescindere dai dati oggettivi si rischia sempre di perdere credibilità per quanto poca se ne abbia.

  2. A mio modesto parere, paragonare la piazza sant’Antonio di oggi a quella di prima, sembra essere quanto meno paradossale… dal mio punto di vista !
    Che non sia la solita critica di partito ?

  3. Io condivido il parere di Simone, che nella sua modestia potrebbe fare accademia a molti di noi in materia storica isontina e non. Poco capisco invece interventi di persone poco modestamente “evaquative” (ma sempre li stai?), monotematiche ad un velo, che rappresentano lo stereotipo del “goriziese”. Quelli mi fan venire solo voglia di andarmene a vivere altrove. Magari in Thailandia.

  4. No, no… Di benaltrismo e morti viventi ci occupiamo noi, a te non chiediamo sforzo alcuno. Tra l’altro devi già pensare a sforzarti per le tue altre cose che ti impegnano spesso. Almeno è quel che ci fai notare…

  5. L’ottimismo è il profumo della vita!
    I disfattisti è meglio che se ne stiano zitti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *