Ex Opp, sede inagibile

Porte chiuse alla palazzina dell’ex ospedale psichiatrico provinciale di via Vittorio Veneto. Il trasferimento della sede del Csm in una delle rinnovate strutture all’interno del parco Basaglia ha avuto come conseguenza anche il provvedimento di chiusura del palazzo che si affaccia sull’ingresso del parco, e all’interno del quale sono tuttora custodite le preziose cartelle cliniche e i documenti amministrativi dell’archivio basagliano. È una mazzata che si ripercuote inevitabilmente anche sulle tempistiche per il recupero dell’archivio stesso, seguito per conto dell’azienda sanitaria “Bassa Friulana-Isontina” dalla cooperativa sociale “La Collina”. «Al momento» spiega l’archivista della cooperativa, Sara Fantin, «per una serie di questioni logistiche il recupero dell’archivio ha subito un brusco rallentamento. La palazzina dove è ospitato, infatti, è chiusa per inagibilità e proseguire il nostro lavoro è diventato molto difficile, se non a piccolissime tranche. Nonostante tutto, auspichiamo che l’inventario definitivo ed esaustivo dell’archivio possa essere terminato entro la fine dell’anno». Il materiale che prima era sparpagliato nell’archivio ora è stato riordinato e l’inventario sarà lo strumento adatto per potervi accedere. Oltre alle circa 8.650 cartelle cliniche, come detto, custodisce anche il materiale amministrativo e i documenti di gestione della struttura nei suoi 40 anni di attività, compreso dunque il periodo di Basaglia dal 1961 al 1969.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *