Espulso un afghano

La polizia di Gorizia ha seguito un provvedimento di espulsione emesso dal Prefetto nei riguardi di un 32enne afghano, R.A.J. le sue iniziali. Diciamo subito, per evitare sterili polemiche, che era residente a Gorizia da tempo e in possesso di un permesso di soggiorno Ue di lungo periodo (era in Italia da più di 10 anni) ora ovviamente revocato. È stato ritenuto pericoloso per l’ordine e la sicurezza pubblica. Secondo un comunicato della questura di Gorizia, infatti «si è reso responsabile di diversi reati contro la persona, contro il patrimonio e relativi allo spaccio di sostanze stupefacenti». Nonostante due avvisi verbali del questore di Gorizia ha continuato le sue attività come se nulla fosse. Di conseguenza l’espulsione e l’accompagnamento da parte degli agenti dell’ufficio immigrazione della questura di Gorizia al Cpr di Torino per espletare le pratiche per il rimpatrio nel suo paese d’origine.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Le opinioni dei lettori su "Espulso un afghano"

  1. BEN DUE AVVISI VERBALI?????? bene, da domani spaccio ed attendo la ramanzina del Questore per BEN DUE VOLTE!

  2. Immagino la paura del soggetto quando ha ricevuto gli avvisi verbali!!!!!!
    Se l’è fatta nelle mutande…

  3. Le norme dovrebbero prevedere simili provvedimenti anche in presenza di ipotesi di pericolo presunto per l’ordine e la sicurezza pubblica senza attendere il verificarsi di fatti lesivi in modo conclamato dell’Ordinamento Giuridico dello Stato. Si accentuerebbe così l’effetto preventivi con correlativa diminuzione di eventi criminali e criminogeni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *