Elisio sulle orme di Francesco

Dall’orso Francesco all’orso Elisio. In Carnia, pre la precisione sulle pendici del monte Lovinzola, nel comune di Verzegnis, è stato catturato e rimesso in libertà un orso di 4 anni, per 131 chili di peso, che frequenta le stesse zone dell’orso Francesco. Una volta catturato, è stato dotato di radiocollare satellitare per monitorare i suoi movimenti e conoscerne le caratteristiche al fine di garantire una migliore protezione della specie. Elisio è stato catturato da un gruppo misto composto da ricercatori dell’università di Udine e operatori del Corpo forestale regionale, con la collaborazione dei volontari dell’associazione “Il villaggio degli orsi” di Pulfero. Le analisi genetiche su pelo e sangue prelevati all’animale dovranno ora accertare la sua origine, cioè se proviene dalla popolazione slovena o dalla popolazione trentina, come l’orso Francesco. Tra catture e ricatture per dotare gli animali di radiocollare, Elisio è il settimo orso che negli ultimi sei anni viene catturato dall’ateneo friulano. Due catture sono avvenute nel 2007, entrambe lungo il Gran Monte, protagonista l’orso Madi. Dal 2013 catture e ricatture si sono susseguite una all’anno: nel 2013 l’orso Madi, nel 2014 l’orso Alessandro, nel 2015 la ricattura di Madi sulle pendici del Cansiglio, e nel maggio 2016 la cattura dell’orso Francesco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *