Eclissi, precauzioni per l’osservazione

Le lenti in Mylar sono tra i metodi più sicuri per osservare l'eclissi.
Le lenti in Mylar sono tra i metodi più sicuri per osservare l'eclissi.
L’eclissi è di certo uno dei fenomeni più affascinanti che la natura ci regala. Ma per osservarla in maniera del tutto sicura occorre prestare un po’ attenzione ed evitare le soluzioni fai-da-te per evitare danni alla retina, causabili in meno di un secondo di osservazione.
I due metodi più diffusi per proteggere gli occhi dalle radiazioni infrarosse del Sole sono gli occhiali da saldatore (da evitare quelli con protezioni inferiori a 14) ed i filtri in Mylar (vedi foto), di certo la soluzione più economica. Questi filtri devono essere apposti anche davanti ad eventuali strumenti ottici (macchine fotografiche, telescopi) con cui si voglia osservare l’eclissi.
Infine, sono da evitare nella maniera più assoluta occhiali da sole, vetro affumicato e filtri solari per piccoli telescopi o fotocamere, metodi diffusi e creduti sicuri ma non sufficientemente capaci di trattenere le radiazioni negative.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *