È Redaelli il nuovo Vescovo

Monsignor Carlo Maria Redaelli, Arcivescovo di Gorizia.
Monsignor Carlo Maria Redaelli, Arcivescovo di Gorizia.
La nomina è giunta pochi minuti fa da Roma. Monsignor Carlo Maria Redaelli è il nuovo Arcivescovo di Gorizia. La candidatura di monsignor Redaelli ha superato negli ultimi giorni quelle di padre Enzo Poiana, rettore della Basilica del Santo a Padova (nativo di Corona), e monsignor Bruno Genero, vicario arcivescovile di Udine.
Monsignor Redaelli arriva dalla diocesi di Milano, dove ha prestato servizio come vicario del cardinale Tettamanzi prima e del cardinale Scola poi.
Nato a Milano il 23 giugno 1956, è diventato sacerdote a 24 anni. L’ultimo incarico ricoperto nell’arcidiocesi ambrosiana è stato il vicariato generale e Vescovo titolare della Diocesi di Lambesi oltre che Vescovo ausiliare dell’arcidiocesi di Milano. È stato consacrato Vescovo nel 2004. Presiede per la Conferenza Episcopale Italiana il Comitato per gli Enti e i Beni Ecclesiastici e il Consiglio per gli Affari Giuridici.
Monsignor Redaelli è inoltre docente di diritto canonico presso la Pontificia Università Gregoriana.
Il nuovo Arcivescovo, il diciassettesimo secondo la cronotassi dei vescovi di Gorizia, sostituisce monsignor Dino De Antoni, clodiense, entrato a Gorizia nel 1999, che il 12 luglio dello scorso anno rassegnò a Papa Benedetto XVI le proprie dimissioni per raggiunti limiti d’età.
Ancora ignota la data di ingresso nella cattedrale, anche se Redaelli, possedendo già il titolo di Vescovo, potrebbe arrivare a Gorizia in tempi più brevi rispetto al previsto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *