Duca d’Aosta…in rovina

La triste, ormai solita incuria. Stavolta i fari sono puntati sul monumento al Duca d’Aosta dell’omonimo campo di volo di via Trieste, dove seppure non manchino almeno sulla carta le idee per un rilancio, a farla da padrona è ancora l’incuria. Una questione che è stata oggetto di una interrogazione sollevata in Consiglio comunale da Giuseppe Cingolani, al quale il sindaco ha risposto dichiarando di attendere il momento in cui la manutenzione dell’area sarà acquisita dalla neonata società consortile. Anche se, nel frattempo e soprattutto in vista della bella stagione, uno sfalcio dell’erba e un intervento di pulizia al piazzale saranno pressoché obbligatori. Sempre Cingolani ha poi chiesto delucidazioni sulle modalità con cui sarà gestito l’ascensore al castello, in particolare dal punto di vista economico. Il sindaco, come aveva già da tempo annunciato, ha ribadito che al momento la via maestra è quella di far inserire l’impianto di risalita nel nuovo piano regionale del trasporto pubblico. Inoltre, qualche dubbio è stato sollevato da Fabio Gentile sulla gara recentemente pubblicata attraverso la quale sarà affidata in futuro la gestione di un chiosco per la vendita di panini, piadine e bevande in piazzale Martiri della Libertà, davanti alla stazione dei treni e delle corriere. Il Consiglio ieri ha infine iniziato l’analisi del bilancio consuntivo 2013, che questa sera sarà portato al voto dell’aula.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.

Clicca su un’immagine per ingrandirla. Muoviti tra le immagini con le frecce della tastiera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *