Discariche sequestrate nell’Isontino

Tre distinte discariche sono state sequestrate tra Gradisca e Villesse. Tutte riconducibili alle attività di una impresa isontina attiva nel settore degli scavi. L’operazione coordinata dalla Procura della Repubblica di Gorizia e dai carabinieri del Gruppo Tutela Ambiente di Milano ha visto il sequestro delle tre aree per una estensione complessiva di 40 mila metri quadri e un valore stimato di circa due milioni di euro. Il materiale proveniente da scavi, movimento terre e trattamento di rifiuti inerti, risultava da tempo abbandonato. Gli amministratori dell’impresa isontina sono stati denunciati. I reati contestati sono quelli di gestione illecita di rifiuti derivanti da terre e rocce da scavo, realizzazione di una discarica abusiva di rifiuti della stessa natura e violazione dei vincoli ambientali paesaggistici. Dagli esiti delle perquisizioni aziendali e domiciliari è stata posta sotto sequestro diversa documentazione e vari supporti informatici che sono ora al vaglio della Polizia Giudiziaria per gli accertamenti di rispettiva competenza volti a ricostruire il giro d’affari illecito dell’Azienda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *