Da Gomorra a Boldi, un anno di ciak

Il 2015 è stato un anno prolifico come non mai per la “Fvg film commission”, sia in termini di numero di produzioni ospitate sul territorio, sia per indotto economico. Sopra qualsiasi aspettativa la commissione cinematografica ha battuto tutti i record registrando 45 produzioni ospitate con un ritorno economico pari a più di 6 milioni di euro. Tutto il Friuli Venezia Giulia è stato protagonista di numerose riprese, e moltissimi scenari e paesaggi sono stati rubati dall’occhio della telecamera. Ricordiamo infatti che i primi ciak furono battuti all’inizio di gennaio, quando Mimmo Calopresti diede il via tra Trieste e Gorizia alle riprese del suo “Uno per Tutti”, con Giorgio Panariello e Isabella Ferrari. In primavera la cinecittà della nostra regione si spostò dal capoluogo per stabilirsi prevalentemente in Friuli. Come non dimenticare le riprese tra Udine e Cividale di “Un bacio”, del regista e sceneggiatore Ivan Cotroneo. E ancora “Il Confine” di Carlo Carlei, fiction di punta della Rai, che andrà in onda il prossimo marzo, dedicata alla memoria del primo conflitto mondiale, dove gli spettatori vedranno non solo paesaggi e luoghi, ma anche comparse di Gorizia, Udine, Venzone e Trieste. Una citazione merita anche la popolarissima fiction “Gomorra”, la cui seconda serie, prevista per la prossima primavera, è caratterizzata da inquadrature di Trieste e dell’aeroporto di Ronchi. Ma non è finita qui, a dicembre, infatti, sarà la volta di Giulio Base che girerà per alcune giornate a Trieste alcune scene della sua nuova commedia “La coppia dei campioni”, interpretata da Massimo Boldi e Max Tortora. Il 2015 è stato un anno eccezionale anche per quanto riguarda la presenza sul territorio delle cosiddette produzioni minori, ovvero documentari, videoclip e soprattutto spot pubblicitari. In definitva, tirando le somme, le produzioni ospitate in regione hanno raggiunto una cifra mai vista prima, per un totale di 441 giornate di ripresa. Ovviamente il prossimo anno non sarà da meno. Già in programma le riprese de “La verità di Anna”, fiction per Rai1 scritta da Carlo Lucarelli e diretta da Carmine Elia, che girerà a Trieste per ben sedici settimane. Attesissimo sarà anche il ritorno di Gabriele Salvatores, che in primavera racconterà le gesta fantastiche del suo “Il Ragazzo Invisibile 2”, ancora una volta a Trieste.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *