Consiglio, si vota il presidente

Il nuovo consiglio comunale ritorna in aula prima delle vacanze estive. Più precisamente l’assise si riunirà mercoledì 26 luglio per esaminare la delibera sugli equilibri di bilancio, che deve tassativamente essere varata dall’aula entro la fine del mese. La prossima settimana il consiglio si esprimerà anche su una delibera urbanistica legata al recupero del Trgovski Dom e sulla messa a bilancio delle spese urgenti per la pulizia e il ripristino del verde pubblico in seguito alla tromba d’aria del 25 giugno scorso. Ma soprattutto, sarà l’occasione per dare il via alle procedure che porteranno all’elezione del nuovo presidente del consiglio. L’uscente Roldo pare lontano dalla riconferma, ma se la maggioranza no riuscisse a far confluire i voti su un nome alternativo continuerà a presiedere i lavori da consigliere anziano fino all’elezione del suo successore. Il primo nome proposto dalla maggioranza sarà, come annunciato dal sindaco Ziberna, quello del leghista Claudio Tomani, che però pare non essere stato accolto con entusiasmo tra i colleghi consiglieri. Nel frattempo, la conferenza capigruppo ha infranto ogni record con i suoi sedici componenti: Fabio Gentile (Forza Italia), Franco Zotti (Lega Nord), Sergio Cosma (Fratelli d’Italia), Caterina Oropallo (Autonomia responsabile), Francesco Piscopo (Aiutiamo Gorizia), Luca Cagliari (Udc) e Riccardo Stasi (PdG). Tra i banchi dell’opposizione, i capigruppo saranno Alessandra Zanella (Percorsi goriziani), Marco Rossi (Pd), Rosy Tucci (Gorizia è tua), Marilka Koršič (Gorizia 100 sogni-Slovenska Skupnost), Federico Portelli (Borghi), Emanuele Traini (Gorizie), Silvano Gaggioli (Gorizia c’è), Andrea Picco (Forum) e Giancarlo Maraz (M5s).

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *