Consiglio comunale, si riparte

Il Consiglio comunale di Gorizia di nuovo al lavoro. Sono previste due giornate, per le discussioni e votazioni, lunedì 10 e martedì 11 prossimi. Nella seduta, il consiglio dovrà esprimersi sulla mozione “salvaguardia dell’efficieza, ed acessibilità dei servizi ospedalieri,ed autonomia dell’Azienda sanitaria Isontina”. Tema delicato, alla luce della riforma sanitaria Tondo, da poco licenziata dalla Giunta regionale. Riforma che di fatto, annulla l’azienda Isontina, accorpandola con Trieste. “Salvaguardia e mantenimento del Tribunale di Gorizia”, questo, un altro argomento, sul quale l’assemblea cittadina sarà chiamata a pronunciarsi. Nell’ottica dei risparmi per le casse dell’erario, anche il palazzo di giustizia goriziano, è destinato ad essere oggetto di profonde modifiche. I consiglieri di Gorizia, continueranno poi, con l’ordinaria amministrazione. Dall’affidamento della tesoreria comunale, al regolamento delle antenne per la telefonia mobile. Infine, ma non per ordine, infatti sarà il primo punto trattato dal consiglio, la surroga della consigliere Iva Raida, del Movimento 5 stelle, con Roberto Marcosig. Un cambio di composizione nelle fila, del patito di Beppe Grillo, che anche nel capoluogo isontino, sta attraversando un periodo di tumulti interni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *