Consiglio ancora senza presidente

Tre voti. Tanto sarebbe servito l’altra sera a Beppe Ciotta per assumere la presidenza del consiglio comunale. Invece, il consigliere del Popolo di Gorizia, grande favorito della vigilia dopo la batosta subita al primo tentativo dal candidato della prima ora, il leghista Claudio Tomani, si è fermato a 18 schede sulle 21 necessarie. La maggioranza di Rodolfo Ziberna, insomma, ha perso un’altra occasione per dimostrare di essere compatta. Un dato che si amplifica andando a scorrere i nomi degli altri consiglieri che lunedì sera hanno ricevuto voti. Sei schede sono andate infatti al presidente uscente Rinaldo Roldo (Fi) e altre tre a Caterina Oropallo (Ar). Ora per la maggioranza è dunque tempo di riaprire il dibattito sul successore di Roldo. Non è da escludere che un ulteriore tentativo possa essere fatto sullo stesso Ciotta, per il quale la mancata elezione sarebbe una seconda beffa nel giro di pochi mesi dopo l’inattesa esclusione dalla giunta. Nel corso della seduta, ripresa ieri sera e conclusa stanotte poco dopo le 2, l’aula ha dato il via libera alla revisione straordinaria delle partecipazioni societarie, ha approvato il bilancio consuntivo dell’azienda speciale farmaceutica (l’ultimo del presidente uscente Roberto Silli), mentre ha bocciato la mozione sulla costruzione degli impianti a biomasse.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Le opinioni dei lettori su "Consiglio ancora senza presidente"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *