Confindustria, Gorizia con Trieste?

Nel bel mezzo della più grave crisi economica del secolo, per le aziende di Trieste e Gorizia si apre forse uno spiraglio verso l’avvio della ricrescita. Dai Presidenti delle due sezioni provinciali di Confindustria, Sergio Razeto per Trieste e Giuseppe Bono per Gorizia, arriva la proposta di unire le due associazioni, dando alla luce la Confindustria Giuliana. L’obiettivo, ribadiscono da Confindustria, non riguarda equilibri e manovre di tipo politico. Anzi, al centro della nuova formazione vi sarebbero esclusivamente l’interesse e la crescita degli associati. L’unione renderebbe ufficiale un modello di economia che già supera i confini provinciali, come nel caso dell’aeroporto e dei porti di Monfalcone e Trieste, aprendo però anche alle altre aziende del territorio i vantaggi di questa collaborazione, specialmente in termini di rappresentanza e di sviluppo.
La proposta è già stata accolta dai due consigli direttivi, che hanno nominato i capi porgetto. A Trieste Federico Pacorini e a Gorizia Gianfranco Di Bert, entrambi ex presidenti, verificheranno la fattibilità di questo connubio. Per arrivare entro breve a rendere il tutto ufficiale e dare ancora un po’ di speranza alle aziende del nostro territorio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *