Cie, la rivolta dei giornalisti… e di Di Pietro

La famosa scritta «no lager», dipinta sulle mura di recinzione del Cie a Gradisca.
Nella mattina di ieri, 25 luglio, Assostampa Friuli Venezia Giulia, il sindacato regionale dei giornalisti — i cui fiduciari per la provincia di Gorizia sono Igor Devetak ed Alessandro Waltrisch — ha contestato, seguendo l’iniziativa della Federazione Nazionale della Stampa Italiana, il divieto di accesso nelle strutture di accoglienza dei sempre più numerosi immigrati clandestini ai giornalisti e agli altri operatori del mondo della comunicazione.
La manifestazione si è conclusa con la visita al Centro di identificazione ed espulsione da parte del deputato Carlo Monai (Idv). Il centro accoglie, ad oggi, una sessantina di immigrati clandestini, la gran parte dei quali proviene dalla Tunisia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *