Centro massaggi sotto sequestro

Un altro centro massaggi è stato chiuso nella nostra città. L’operazione condotta dalla squadra mobile della questura e il nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza ha portato alla scoperta delle prestazioni di natura sessuale che venivano offerte nelle stanze del centro massaggi di via Trento, chiuso per sequestro preventivo ordinato dal gip. La squadra mobile e il nucleo polizia tributaria hanno documentato l’attività delle giovani cinesi impiegate nel centro. Le prestazioni sessuali avrebbero fruttato incassi per 110 mila euro. La titolare dell’esercizio, Luo Shuiying, 38 anni, e il convivente Wu Shuizeng (58), formalmente dipendente ma di fatto gestore al pari della compagna, sono stati arrestati per l’ipotesi di reato di sfruttamento della prostituzione. Dopo il primo sequestro preventivo, nell’autunno 2016, i locali sono stati riaffittati a un’altra cittadina cinese, facendo di fatto riprendere l’attività, con gli stessi gestori. La donna risultava gestire un analogo centro a Padova.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *