Centro diurno,c’è anche Gorizia

Dopo due anni di periodo sperimentale, il centro diurno per malati di Alzheimer di Romans si allarga agli altri comuni dell’ambito socio assistenziale dell’Alto Isontino. Comuni capitanati anche in questa circostanza da Gorizia. Trattandosi di un centro diurno, come suggerisce il nome, resterà attivo nelle ore del giorno per aiutare tutte le famiglie che si prendono cura di un proprio parente affetto da demenza senile o Alzheimer, offrendo un sostegno professionale e gratuito che vuole affiancarsi, e non sostituire, quello che le persone anziane ricevono nelle proprie case. Per accedere al servizio, le famiglie isontine dovranno presentare una specifica domanda allo sportello dei servizi sociali del Comune di residenza. Per la nostra città, è prevista l’adesione al servizio per una decina di persone. Il centro diurno non cambierà sede, restando nell’edificio storico di via XXIV Maggio che già in passato ospitò la casa di ricovero per anziani. Restando in tema welfare, è stato redatto il nuovo regolamento per l’accesso al sistema di interventi e servizi sociali dei sedici comuni dell’Alto Isontino, che sarà portato all’attenzione del consiglio comunale di Gorizia, come l’adesione al servizio coordinato del centro diurno, nella prossima seduta convocata per lunedì 28 aprile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *