Case a Gorizia, economiche e green

Comprare casa a Gorizia può costare quasi la metà rispetto al resto d’Italia. E chi lo fa, può contare anche su un ecosistema urbano tra i più “green” a livello nazionale. Questo, in sintesi, il risultato dell’ultimo studio di Immobiliare.it, portale online per la compravendita di immobili, che ha stilato una speciale classifica incrociando i dati sui prezzi del mercato del mattone con quelli del rapporto “Ecosistema Urbano 2016” di Legambiente, che ogni anno fotografa la situazione delle città italiane prendendo in considerazione, tra gli altri, indicatori sulla qualità dell’aria, sulla dispersione della rete idrica e sui consumi idrici domestici, ma anche sulla produzione di rifiuti e raccolta differenziata, su trasporto pubblico, mobilità e sul ricorso alle energie rinnovabili. La classifica ha incoronato quindi Gorizia come «città ideale per chi vuole risparmiare sull’acquisto di un immobile», come spiega una nota del portale, «senza rinunciare a un contesto urbano pulito». Un encomio che da un lato può far piacere, soprattutto per la confermata attestazione di una buona qualità della vita, descritta negli ultimi anni da diverse indagini e rilevazioni statistiche, ma che dall’altro fa riflettere sull’appeal cittadino, che Gorizia sta dimostrando di aver smarrito. Il prezzo degli immobili nella nostra città si ferma infatti a 975 euro al metro quadrato, contro i 1.940 sui quali si assesta la media nazionale. A questo va affiancata la terza posizione nel rapporto Legambiente.

LUCI E OMBRE «I dati sulla qualità ambientale, di cui eravamo già a conoscenza, sono indubbiamente positivi e descrivono ancora una volta che nella nostra città si vive bene» ha confermato il sindaco Ettore Romoli, «mentre i prezzi molto bassi del mercato immobiliare, pur cercando in qualche modo di favorire acquisti e compravendite, rappresentano un segnale che non ha bisogno di interpretazioni in merito alla modesta tensione abitativa, dovuta all’assenza sia di sviluppo economico sia di incremento della popolazione. Anche il prezzo dei terreni si è ridotto, ma questo aspetto non può essere sufficiente a giustificare un distacco così ampio e marcato dalla media italiana, quasi doppia rispetto al dato specifico di Gorizia. Tra le occasioni che la città avrà per dare una scossa al suo sviluppo industriale non dobbiamo sottovalutare il possibile impatto del settore manifatturiero, anche attraverso l’aeroporto e il polo aeronautico. Sarà un banco di prova importantissimo. Abbiamo la certezza di vivere in una città bella, ordinata e pulita, ma non possiamo ignorare che i prezzi troppo bassi siano una zona d’ombra». Oltre a Gorizia, tra le città del Friuli Venezia Giulia soltanto Pordenone è stata inserita nella classifica di Immobiliare.it, in quinta posizione con un prezzo degli immobili pari a 1.303 euro al metro quadrato e l’undicesima posizione nel rapporto Legambiente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *