Carigo, debutta la Demartin

Quella di oggi è la data zero per il nuovo corso della Fondazione Carigo. Il nuovo consiglio di amministrazione, nominato a fine aprile a margine dell’elezione della presidente Roberta Demartin, è stato infatti convocato per questo pomeriggio alle 15 nella sede di palazzo della Torre, in via Carducci. Il nuovo cda, lo ricordiamo, è composto da Georg Meyr, Bruno Pascoli, Marino Zanetti, Luigi Capogrosso Sansone, Gianluca Trivigno e Leonardo Tognon. La seduta di oggi, oltre all’insediamento della nuova presidente e del consiglio di amministrazione, sarà cruciale per la corsa alla vicepresidenza dell’ente. Il successore di Roberto Collini, nel frattempo impegnato su ben altri fronti, sarà quasi certamente uno tra Meyr, coordinatore del corso di laurea in Scienze internazionali e diplomatiche dell’università di Trieste, Zanetti, già consigliere comunale in quota Udc, e Bruno Pascoli, ingegnere goriziano con la passione per la storia, presidente del gruppo di ricerca storica Isonzo. A quanto si apprende da fonti interne alla Fondazione, le quote del docente universitario sarebbero in calo. I favori della vigilia sembrano di conseguenza sorridere a uno tra Pascoli e l’outsider Zanetti. Il vice presidente sarà eletto dai componenti del consiglio di amministrazione. È richiesta la maggioranza assoluta e in caso di parità, il voto del presidente conterà doppio. La seduta odierna servirà anche a stabilire l’assetto delle commissioni interne, in particolare delle 4 coordinate dal cda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *