Cantiere graziato dalla bufera

La tromba d’aria di due domeniche fa ha risparmiato il cantiere di corso Italia. «Abbiamo avuto qualche piccolo danno al deposito (allestito nel parcheggio di via Locchi, ndr)» ha spiegato il responsabile del cantiere, Simone Mazzaro, della cooperativa “Costruire”, che si sta occupando dei lavori. «L’unica vera conseguenza del maltempo per noi è stata quella di aver dovuto rinunciare a qualche giorno di lavoro a causa della pioggia» ha aggiunto, spiegando che ad oggi il cantiere sta cercando di recuperare la settimana persa a causa di un imprevisto dovuto alla presenza dei cablaggi della fibra ottica, sbucati a una profondità inferiore rispetto alle previsioni. Gli operai impegnati lungo il controviale del secondo lotto, tra gli incroci con le vie XXIV Maggio da una parte e Bellini dall’altra, stanno concludendo l’intervento nella prima metà, fino a villa Olivo, dove mancano ormai le ultime rifiniture. La prossima settimana sono attese le griglie di areazione, che saranno riposizionate per concludere l’intervento. «La scelta è stata quella di rimettere a nuovo le griglie che c’erano» spiega Mazzaro, «senza acquistarne delle nuove, in modo da ridurre tempi e costi». Questo tratto potrebbe essere riaperto già entro la metà di luglio, in attesa che entro la fine del mese si concludano i lavori fino all’incrocio con via Bellini. Nel frattempo il cantiere inizierà già nella seconda metà di luglio le operazioni di scavo nell’area del terzo lotto, quindi da via Bellini a via Rossini. Si tratta del penultimo lotto sul lato destro del corso. I lavori dovrebbero raggiungere il parco della Rimembranza entro la fine dell’anno, e ripartire in gennaio dalla parte opposta, all’altezza dell’ex cinema.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *