Brandolin: «Il Coni non si ferma»

Il Coni provinciale di Gorizia non si ferma, anzi prosegue a pieno ritmo la propria attività a favore delle società sportive, dei giovani e del mondo della scuola, con un occhio di riguardo per le attività transfrontaliere. A rimarcarlo è il presidente, Giorgio Brandolin, che nei giorni scorsi ha affrontato insieme alla giunta provinciale la situazione, a fronte dell’ipotesi di scioglimento dei comitati locali.
“Per il 2012 è stata confermata tutta l’attività, quindi proseguiremo nelle iniziative con le scuole, ovvero “A, b, c… Motricità” e “Giocosport”, rinnoveremo i progetti di collaborazione con l’Azienda sanitaria isontina per la promozione della salute e continueremo con tutte le manifestazioni transfrontaliere, come il campionato di calcio appena iniziato”, rimarca Brandolin, rassicurando quindi le società sportive e tutti i soggetti con cui il comitato goriziano del Coni ha avviato sinergie e collaborazioni. E prosegue: “Di fatto non cambia niente. Da notizie che ho ricevuto da Roma lo scioglimento dei comitato è solo un’ipotesi, che non avrà alcun effetto nell’immediato. Anzi a breve firmeremo una convenzione con la Provincia per “A, b, c… Motricità”, che ci permetterà di continuare al meglio, e sottoscriveremo un protocollo con l’istituto del credito sportivo per l’ampliamento delle convenzioni per i mutui agevolati. È quindi confermata l’attività, si continua a pieno ritmo a servizio delle società e dei giovani”.
Il 2 novembre e l’11 gennaio Il Coni provinciale promuoverà il convegno “Il percorso di sviluppo manageriale 2011-2012 per tutti gli organismi territoriali”, all’hotel Franz di Gradisca. Il duplice appuntamento è rivolto a federazioni, discipline sportive associate, associazioni benemerite ed enti di promozione sportiva. Inoltre, tra le iniziative in programma, vi è la pubblicazione del libro per il 70esimo anniversario di fondazione del comitato provinciale di Gorizia, che ricorrerà proprio nel 2013. L’opera è in corso di realizzazione,per mano dei giornalisti Sarcinelli de il Gazzettino, Barella e Covaz de Il Piccolo. La pubblicazione raccoglierà storie di personaggi e di manifestazioni, ricostruendo quindi le vicende che hanno interessato direttamente l’Isontino e il suo territorio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *