Boom di tasse locali.

Negli ultimi quindici anni si e’ registrato un vero e proprio boom di tasse locali:sono aumentate del 114,4 per cento,piu’ che raddoppiate.Il dato e’ stato fornito dalla Cgia di Mestre che da sempre produce interessanti analisi sullo stato di salute dell’Italia e degli italiani.Sempre secondo la Cgia,ogni cittadino,lo scorso anno,ha versato ipoteticamente nelle casse delle autonomie locali ben 1.684 euro.E nel 2012 ci sara’ una nuova impennata.Dal 1996 ad oggi,in sintesi,le entrate fiscali di Regioni,Province e Comuni sono passate da 47,6 a 102 miliardi di euro.Dal canto suo l’amministrazione centrale ha aumentato le tasse del “solo” 9 per cento.Secondo il Codacoms “il maggiore federalismo ha prodotto unicamente l’aumento delle tasse locali,rendendo ormai la situazione insostenibile per molte famiglie”.E sullo stato in cui versano i cittadini punta l’attenzione anche “Famiglia cristiana”.Il Paese e ormai stremato,afferma in un editoriale,10 milioni di famiglie tirano la cinghia.E aggiunge:”la disoccupazione e’ al 10,8 per cento,solo uno su tre ha un posto a tempo indeterminato,meno di tutti i Paesi europei.Su una popolazione di oltre 60 milioni,solo il 36,8 per cento delle persone lavora,in pratica poco piu’ di 22 milioni di anime”.Dati drammatici che dovrebbero far riflettere un po’ tutti,iniziando da chi ci governa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *