“Bonus bebè” per le neo-mamme

La campagna informativa avviata dalla Regione autonoma Friuli Venezia Giulia

Un incentivo alla vita. È questa l’idea della giunta comunale e la soluzione sarà un bonus dedicato alle mamme che hanno dato alla luce i propri bambini nel 2011, presentato stamane dal sindaco Romoli e dall’assessore al Welfare, Silvana Romano. Si tratta di duecento euro totali, suddivisi in quattro buoni da cinquanta euro ciascuno, che verranno consegnati direttamente dal personale ospedaliero alle mamme al momento di lasciare la struttura, mentre all’arrivo sarà sempre il personale del punto nascita goriziano a consegnare alle future mamme del materiale informativo circa l’assegnazione dei buoni spesa, dedicati a tutte le mamme che partoriranno nel centro isontino, senza obblighi di residenza nel capoluogo goriziano.
«Il Comune di Gorizia è sempre stato attento alle situazioni più delicate, dedicandosi a tutte le fasce d’età» ha dichiarato l’assessore, «quello che presentiamo oggi è un ulteriore supporto (vedi asili nido e Centro Bambini e Famiglie, nda) alla genitorialità e alle famiglie della città. Il nostro è uno dei primissimi comuni in Italia ad attuare questo incentivo.»
«Il provvedimento acquista ancora maggiore importanza se consideriamo l’attuale crisi economica delle famiglie italiane e goriziane, che si sente maggiormente nel momento di una nascita» sono state invece le parole del sindaco Romoli, «è un’operazione sociale di enorme spessore, le idee certo non mancano, i fondi purtroppo sì. Ora è necessario una forte azione di propaganda per non far passare inosservato questo provvedimento, il Comune in prima persona cercherà di preoccuparsene.»
I nati nel Comune di Gorizia entro la data di oggi sono sessante, in netta crescita rispetto alle cifre degli anni scorsi e il trend sembra essere in positivo aumento. Ciò non frena però una piccola critica del sindaco Romoli, secondo cui il bicchiere goriziano viene visto sempre “mezzo vuoto”. «Ogni qualvolta che il punto nascita o la struttura ospedaliera offrono un buon risultato, infatti, fioriscono nuovi racconti più o meno veritieri sulla scarsa efficienza della struttura. Che siano voci malignamente puntuali o semplici casualità, non è possibile saperlo. Forse servirebbe una maggiore attenzione nella raccolta di notizie» conclude.
Con i tagliandi sarà possibile acquistare, presso le due farmacie comunali (via Garzarolli e via San Michele), ogni tipo di prodotto farmaceutico utile nel periodo del post parto sia alla mamma che al neonato per un totale, come detto, di duecento euro. Al momento dell’acquisto, sarà necessario compilare un modello di dichiarazione sostitutiva, per attestare la situazione economica della famiglia, il cui reddito complessivo non dovrà superare i 40.000 €, allegando un documento di identità valido.
Mentre per i bambini nati dal primo marzo i buoni verranno consegnati direttamente presso il punto nascita, per i bambini nati dal primo gennaio al ventotto febbraio, i buoni saranno disponibili per il ritiro da lunedì 28 presso il Centro Lenassi di via Vittorio Veneto 7.

Recapiti utili:
Fabro Marzia
tel. 0481-383554
marzia.fabro@comune.gorizia.it
Paravan Graziella
tel./fax 0481-383552
graziella.parvan@comune.gorizia.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *