Blackout transfrontaliero

Gorizia e Nova Gorica ieri mattina sono rimaste senza energia elettrica per alcuni minuti. Un disagio dalle conseguenze fortunatamente limitate grazie al pronto intervento dei tecnici AcegasApsAmga che hanno ripristinato il corretto funzionamento della rete a tempo di record, ma che affonda le sue radici in un fatto curioso. La spiegazione del blackout transfrontaliero arriva direttamente dall’ufficio stampa centrale di AcegasApsAmga. Il disservizio, fanno sapere, è durato ufficialmente dalle 9.56 alle 9.59 e si è manifestato sulla rete ad alta tensione di Eles (ente nazionale di trasmissione dell’energia elettrica in Slovenia), al quale anche la rete italiana, e goriziana in particolare, è risultata essere allacciata. Un collegamento confermato da AcegasApsAmga e motivato dalla vicinanza delle cabine per la distribuzione dell’energia alla centrale d’oltreconfine piuttosto che a quelle presenti sul nostro territorio nazionale. Il disservizio di ieri ha interessato 155 cabine di distribuzione sulle 328 gestite a Gorizia da AcegasApsAmga, per un totale di 10 mila utenti di bassa tensione (vale a dire negozi e piccole attività commerciali) e 33 utenti di media tensione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *