Bilancio, variazioni in Consiglio

Torna a riunirsi il Consiglio comunale di Gorizia. Dopo l’ultima seduta di metà settembre, l’assise è convocata per questa sera alle 17.30. Dopo le comunicazioni del sindaco, e le interrogazioni e interpellanze da parte dei consiglieri, il Consiglio dovrà esprimersi sulla manovra di assestamento al bilancio di previsione 2015 e al pluriennale 2015-2017 . Un intervento di ordinaria amministrazione, non impegnativo per le casse comunali. Minuti permettendo, dovrebbe essere discusso questa sera (o in alternativa nella seconda convocazione di domani, sempre alle 17.30) anche il Dup, documento unico di programmazione, il nuovo strumento in dotazione agli enti pubblici, che arriva in Consiglio comunale a Gorizia per la prima volta. Inoltre, sui banchi del consiglio la convenzione per la gestione dei servizi di sorveglianza, custodia e attività di manutenzione e riparazione degli uffici giudiziari, l’accorpamento al demanio stradale di un tratto di via Udine e uno di via Giustiniani, l’individuazione delle frazioni non metanizzate del territorio comunale, e le mozioni dei consiglieri. Tra queste, il “Patto con il cittadino”, la richiesta di riapertura dell’ufficio postale di Sant’Andrea e la verifica di possibilità per l’apertura di altri uffici postali nelle frazioni di Piedimonte e Piuma-San Mauro, la proposta di adesione alla campagna “Stop Ttip”, la proposta di realizzazione di una FabLab nell’Isontino e il progetto Tip.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *