Ater, boom di richieste

Circa 120 richieste per rettificare Isee e canone, e commissione finalmente pronta a pubblicare la graduatoria per l’assegnazione di nuovi alloggi. Sarà una settimana piena di impegni per l’Ater di Gorizia, i cui uffici hanno già iniziato l’istruttoria delle pratiche per verificare le singole richieste presentate dagli assegnatari che ritengono il canone troppo elevato. «Al momento è ancora difficile definire una casistica precisa delle varie situazioni che si sono registrate nella nostra città e in provincia» ha commentato la direttrice dell’Ater di Gorizia, Alessandra Gargiulo, «sarà nostro compito riuscire a risalire alle diverse tipologie di revisione, nelle prossime settimane saremo certamente in grado di ricostruire un panorama più chiaro anche in considerazione delle omesse denunce e delle effettive variazioni di Isee che in questi giorni in tanti stanno consegnando ai nostri uffici». I casi di omessa denuncia dell’indicatore Isee, al momento delle prime proteste sui nuovi canoni, erano 170. E a oggi non tutti questi assegnatari hanno regolarizzato la propria posizione. Secondo l’Ater, sarebbero infatti ancora un centinaio i nuclei di fatto scoperti da reddito Isee, che di conseguenza si vedono applicato d’ufficio il canone più alto tra quelli previsti. «Chi presenterà la domanda di revisione entro il 31 marzo» ha aggiunto Gargiulo, «e nel caso in cui ci saranno gli estremi, potrà godere della riduzione retroattiva dal primo gennaio, mentre chi presenterà domanda dopo tale data la riduzione del canone potrà essere attivata a partire solamente dal mese successivo». Sul tema era intervenuta anche l’assessore regionale Sara Vito, rispondendo a una interrogazione in consiglio regionale, annunciando che grazie all’introduzione di un correttivo tecnico sarà possibile «calmierare i tetti massimi dei canoni di locazione di tutti i nuclei unipersonali fino a un Isee di 20.000 euro, con abbattimenti fino al 25 percento». Nel frattempo, buone notizie arrivano dal fronte della graduatoria su Gorizia, che vede in attesa 495 nuclei familiari. La nomina del nuovo membro della commissione, il consigliere comunale di Monfalcone Antonio De Lieto (Pensionati), è stata formalizzata dalla delibera di giunta e dal successivo decreto del presidente della Regione. «Ci stiamo organizzando per convocare una commissione, l’ultima, entro la prossima settimana» ha concluso Gargiulo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *