Arrestati sei romeni

Brillante operazione dei carabinieri della compagnia di Gradisca da tempo anche loro impegnati in controlli per stroncare furti e riciclaggi perpetrati in Italia soprattutto da parte di cittadini dell’Est.I fatti risalgono al 15 aprile ma sono stati resi noti solo ora,in concomitanza con la convalida dell’arresto dei sei da parte dell’autorita’ giudiziaria.I militari dell’arma hanno intercettato e bloccato nel tratto Palmanova-Villesse dell’autostrada una autovettura con targa romena sulla quale viaggiavano cinque persone della stessa nazionalita’.A poche centinaia di metri seguiva un furgone con targa bulgara guidato da un altro romeno.Bloccato anch’esso,si e’ scoperto che trasportava ben 157 pannelli fotovoltaici.Attraverso i numeri di serie,i militari dell’arma hanno scoperto che appartenevano ad un’azienda agricola della provincia di Vicenza,alla quale erano stati rubati ben 312 pannelli.Supponendo che il restante quantitativo fosse su un altro furgone sono state diramate le ricerche in ambito europeo.Supposizione confermata e secondo furgone bloccato al confine tra Ungheria e Romania con altri 159 pannelli.La refurtiva del valore di 150.000 euro,e’ stata restituita al legittimo proprietario.Ora,come dicevamo,i sei fermati in autostrada sono in carcere,mentre i due del secondo furgone in mano alla polizia ungherese.Ancora una volta le autostrade A4 e A34 e i nostri ex valichi risultano i privilegiati per i traffici illeciti.E questo dovrebbe convincere il Governo a non sguarnire la nostra Regione e rivedere i tagli alle forze dell’ordine ipotizzati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.

Clicca su un’immagine per ingrandirla. Muoviti tra le immagini con le frecce della tastiera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *