Arma, festa al 13°

Anche il 13° Reggimento Carabinieri ‘Friuli Venezia Giulia’ ha festeggiato i 203 anni dalla fondazione dell’arma. Cornice dell’evento la caserma di via Trieste a Gorizia, dove, nella mattinata di lunedì 5 giugno, lo stesso reggimento si è radunato per i festeggiamenti. Dopo lo schieramento e gli onori alla bandiera di guerra, il comandante, Stefano d’Ambrosio, ha ricordato come “Tra gli eventi che legano la storia dell’arma a queste terre non vogliamo dimenticare i tragici attentati di Peteano, Nassirya ed Adraskan, alle cui vittime si legano idealmente tutti i caduti del 13esimo reggimento, in Italia e all’estero”.
Tra i numerosi impegni del tredicesimo non solo gli interventi di soccorso alle popolazioni colpite da calamità, come per il recente terremoto nel centro Italia, ma anche nella lotta al terrorismo. “I nostri militari sono stati i primi ad essere impiegati” ha ribadito con orgoglio il comandante, “forti di peculiari capacità operative, frutto del severo, selettivo ed incessante addestramento”.
La conclusione della cerimonia, poi, con la consegna, da parte del prefetto di Gorizia, Isabella Alberti, del sindaco, Ettore Romoli, e dal Presidente del Tribunale di Gorizia, Giovanni Sansone, degli encomi ai carabinieri che si sono distinti, nell’ultimo anno di servizio, in azioni di particolare rilievo e prestigio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *