Ardita di rimonta per il primo posto

Vincere, si pensa, è un’abitudine. E se si pensasse giusto, l’Ardita sembrerebbe essere ben abituata. Tanto da evitare la sconfitta anche su un campo difficile come quello del Santos, dove la partita, per giunta, non si era messa affatto bene per i biancoblù.
Palla a due ed è subito solo Santos, che con due triple in avvio di gara realizza il primo parziale: 6-0. L’Ardita soffre in particolare l’aggressività dei triestini, ma riesce a recuperare il distacco sul finire del primo periodo. Ma la seconda frazione non regala un nuovo copione. Il Santos continua a costruire gioco e punti, coccolato dalla mano calda di Dolce, che porta i suoi al riposo con sei punti di vantaggio.
In spogliatoio D’Amelio sveglia i suoi ragazzi, che tornano sul parquet con carattere a trovano la giusta determinazione. Zuliani a uomo su Dolce, la solita esplosività di Basile e il talento della coppia Petrovic-Luppino portano sotto la Gianesini. Il parziale del terzo quarto è un 14-26 a favore di Gorizia che descrive bene ciò che si è visto in campo e che porta la Gianesini avanti di sei lunghezze a un solo periodo dall’ultima sirena.
Il finale di gara è combattuto. Il Santos cerca di recuperare per una vittoria che serve come l’aria. L’Ardita è brava a farsi scivolare addosso la pressione e mantenersi concentrata sui due punti, che puntuali arrivano al termine del tempo di gioco, quando il vantaggio è di otto punti.
Quella vista in campo a Trieste è un’Ardita ancora in rodaggio per quanto riguarda la fase realizzativa, e lo riconosce coach D’Amelio: «Fatichiamo a capire quali sono i terminali offensivi a cui affidarci in determinate situazioni». La nota positiva, invece, arriva dalla fase difensiva («da categoria superiore quando difendiamo con intensità»), ma certe partite, come dice D’Amelio, bisogna ammazzarle prima.
Grazie al quinto successo consecutivo, l’Ardita mantiene il primo posto in classifica, appaiata al Breg (vittorioso in casa con la Geatti 84-73). Si ferma invece la corsa delle due principali inseguitrici, che scendono a meno quattro dalla vetta: la Pallacanestro Tolmezzo, che esce sconfitta di un punto dal campo del Don Bosco (80-79), e il Bor Radenska, sconfitto in casa dalla Ferroluce Romans (64-74), prossimo avversario dell’Ardita, partita che la Gianesini giocherà davanti al proprio pubblico sabato 24 marzo alle 20.30. L’Ardita dovrà prestare attenzione ad una sfida che potrebbe rivelarsi insidiosa, soprattutto dal punto di vista mentale, perché il sabato seguente si va a San Dorligo (31 marzo, 20.30) per lo scontro diretto che con ogni probabilità regalerà alla vincente il primato in classifica e la pole per la post season.

SANTOS TRIESTE – GIANESINI ARDITA 66-74 (13-13, 33-27; 47-53)

SANTOS TRIESTE Lazzari 8, Crocenzi ne, Nacini 13, Dolce 17, Bembich 5, Zamboni, Romano 8, Hrevatin 13. Coach Radovani.

GIANESINI ARDITA Basile 14, Musulin ne, Pais 8, Luppino 13, Leban, Marcetic 4, Delpin 8, Gandolfi 4, Zuliani 7, Petrovic 16. Coach: D’Amelio.

Tiri liberi: Santos 6/8 – Ardita 18/26
Usciti per 5 falli: Lazzari e Dolce

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *