Al lavoro per Gorizia!

L’analisi del voto il giorno dopo.Soddisfazione e delusione si mescolano in un cocktail di emozioni che offrono monti spunti di riflessione.Le certezze:Ettore Romoli ha stravinto,Giuseppe Cingolani ha perso di brutto(a caldo Andrea Bellavite,con la nota onesta’ intellettuale,si e’ affidato a un laconico e sintetico “che batosta”).Manuela Botteghi esulta per il successo dei “grillini” esportato anche nella tradizionalista Gorizia.Ma l’analisi,a dati definitivi,si sposta ora sui voti racimolati da coalizioni e liste.Innanzitutto il centrodestra,unico in Italia che e’ riuscito a mantenere le alleanze storiche,mettendo assieme Pdl,Lega,Udc e altri partiti e “civiche” che con il tempo si erano smarcati a livello nazionale(un merito che va dato a Romoli).Insomma Gorizia,e il Friuli Venezia Giulia,si confermano,volente o nolente,un laboratorio politico.E poi il Pdl,con il 26,03 dei consensi(dovrebbe essere l’unico esempio in Italia)rimane il primo partito della citta’ e non soffre le conseguenze della crisi nazionale(appoggio a Monti)come altri.Tengono poi l’Udc e la Lega,ma un buon contributo e’ venuto da tutti i “soci” della coalizione.E il Pd e la sinistra?I seguaci di Bersani e la coalizione in toto,si sono fermati al 17,11 dei consensi.Idv,Sel e gli altri ben sotto le aspettative,tranne la civica “Gorizia e’ tua” che e’ la seconda forza della coalizione con l,8,07.Bisogna ammettere che il ciclone “grillini” si e’ abbattuto anche a Gorizia sul centrosinistra.Ma indubbiamente,di errori ne sono stati commessi.Iniziando dalla validita’ delle primarie(trasparenza e partecipazione si,ma fino a che punto paga?),ai candidati(certe ipotesi iniziali forse non erano da scartare a priori e con supponenza),a una campagna elettorale con piu’ ombre che luci,ma soprattutto,a volte,con prese di posizione troppo stizzite e giudizi personali,che con il popolo gia’ esacerbato da violente contrapposizioni e un berlusconismo insopportabile e sterile,non ha gradito.Insomma i motivi di analisi ci sono.Iniziando dal fenomeno “grillini” che ha cavalcato Manuela Botteghi,ottenendo un risultato che,ripetiamo,nella tradizionalista Gorizia,e’ notevole.Infine,secondo previsioni,il risultato di Fabrizio Manganelli.Fatta l’analisi,ora e’ gia’ tempo di rimettersi al lavoro,possibilmente uniti,dimenticando contrapposizioni,acredini o vendette.Il futuro di Gorizia va oltre tutto questo ed e’ decisamente piu’ importante!Buon lavoro a tutti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *