Aeroporto, le prossime mosse

Continua il lavoro della società consortile “Duca d’Aosta” per arrivare nel più breve tempo possibile al primo storico decollo della nuova era dell’aeroporto di via Trieste. In questa direzione si sono riuniti ieri i due massimi organi del consorzio, l’assemblea dei soci e il consiglio di amministrazione, che hanno indicato la via da seguire per arrivare all’annunciato appuntamento inaugurale di marzo. Il primo volo potrebbe però anche slittare ai primi giorni di aprile. In quell’occasione, sarà inoltre svelata la nuova targa dell’aeroporto, che chiaramente non cambierà nome e continuerà a essere intitolato al Duca d’Aosta, ma che dovrebbe riportare anche il nome dell’ente gestore e il numero della concessione Enac. Dettagli formali che però porteranno qualche elemento di novità anche dal punto di vista dell’aspetto. E mentre sono già iniziati i lavori per lo sfalcio dell’erba, curato dalla ditta Humar, si prevede la necessità di pubblicare più di un bando per riparare la recinzione. Nuova attenzione è stata poi rivolta anche alla statua del Duca che campeggia all’ingresso dello scalo. L’associazione Quarto Stormo ha già contattato un esperto che possa occuparsi del suo restauro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *