Aeroporto, brillati 10 ordigni

Dieci ordigni risalenti alla Prima Guerra Mondiale sono stati fatti brillare nell’area dell’Aeroporto Duca d’Aosta di Gorizia. Tra questi, clamoroso il ritrovamento di un proietto d’artiglieria austriaco calibro 305 che pesava circa 4 tonnellate.
Le operazioni di neutralizzazione dei residuati bellici sono state condotte dagli artificieri del 3° Reggimento Genio Guastatori di Udine, una delle poche unità specializzate nella bonifica territoriale del Nord Est, che solo nei primi mesi di quest’anno ha già rimosso oltre 320 ordigni.
Risalendo ai primi anni del Novecento, il Duca d’Aosta è uno dei più significativi campi di volo dal punto di vista storico. Inaugurato come scuola di volo austro-ungarica nel 1912 (dopo aver ospitato le esercitazioni dei fratelli Rusjan) come supporto alla base già attiva e affollata di Wiener Neustadt, divenne verso la metà degli anni Venti – dopo profondi lavori di ampliamento – il cuore della pattuglia acrobatica 4° Stormo, ancora oggi un dolce ricordo degli appassionati di aeronautica e di molti goriziani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *