Accordo per la scienza

I ricercatori partecipano a un incontro al Centro triestino.
I ricercatori partecipano a un incontro al Centro triestino.
Trieste, è risaputo, è città di scienza. L’ennesima testimonianza, l’hanno portata oggi i parlamentari nigeriani accolti dal Prefetto, Alessandro Giacchietti, in città per una visita al Centro internazionale di fisica teorica, dove hanno potuto gettare le basi per un futuro congiunto nel campo delle scienze tecnologiche, con scambi di scoperte e collaborazioni.
L’Istituto triestino è una delle perle della scienza italiana, un vero e proprio vanto per la città di Trieste, da sempre terra di uomini e donne che hanno dedicato la loro vita al sapere e alla scienza.
Il Centro Scientifico ha come scopo la promozione di ricerche nei campi della fisica e della matematica, con un’attenzione particolare per i paesi in via di sviluppo. Fondato nel 1964 dal fisico Pakistano Abdus Salam (Nobel nel ’79), a cui oggi è dedicato, il centro può lavorare grazie all’accordo stipulato dal Governo Italiano con l’Unesco e l’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica.
La collaborazione con il Paese Africano, infine, è la conferma di una fitta rete di contatti che collegano il polo scientifico di Trieste a molte realtà africane e asiatiche e che lo hanno reso negli anni uno dei principali centri scientifici a livello mondiale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *