Accoglienza, opposizioni contro Ziberna

Trovare una linea unitaria, un fronte compatto per proporre soluzioni alternative a quelle del centrodestra e migliorare il sistema dell’accoglienza nella nostra città. Questo il proposito sul quale è iniziato il confronto degli Stati generali dell’accoglienza goriziana, radunando nella sede del Forum esponenti di partiti, liste civiche, associazioni di volontari e singoli cittadini interessanti al tema. Tra i consiglieri dell’opposizione in consiglio comunale all’invito di Andrea Picco hanno risposto Roberto Collini (Percorsi goriziani) e Adriana Fasiolo (Pd), nonostante in sala fossero presenti anche simpatizzanti di altri gruppi rappresentati in consiglio. Tra le proposte emerse durante la serata, quella di destinare il gettone della prima seduta del consiglio comunale ai volontari che operano al servizio dei richiedenti asilo fuori accoglienza. «Per ora contiamo sull’adesione di tutti i consiglieri di opposizione» ha spiegato Picco, «ma non ci arrendiamo con la maggioranza e ci farebbe piacere che un piccolo gesto come questo possa essere condiviso anche da loro». In agenda anche una marcia della solidarietà. «Puntiamo a coinvolgere un migliaio di persone» ha annunciato Picco fissando l’obiettivo dell’iniziativa, «per far conoscere ai goriziani che queste persone sono tali e quali a noi, non mordono». «La campagna elettorale sui migranti proseguirà, anche se in forme diverse, fino alla prossima primavera» il pensiero di Collini, «per distogliere la cittadinanza da altre azioni di amministrazione che per noi sono macelleria sociale. Sull’accoglienza è il momento di ragionare in maniera seria».

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Le opinioni dei lettori su "Accoglienza, opposizioni contro Ziberna"

  1. Non vedo perchè dobbiamo accogliere coloro che sono stati espulsi dalla Merkel che, fra l’altro, li aveva chiamati. Non c’entra il razzismo, c’entra non farsi prendere per il naso e, l’unica soluzione, è rimandarli tutti a Tarvisio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *