A rischio il cedro della Prefettura

Vittime illustri della violenta ondata di maltempo che domenica scorsa ha colpito Gorizia. Le forti raffiche di vento hanno sradicato alberi e spezzato rami in quasi tutta la nostra città, senza risparmiare purtroppo alcuni arbusti che a modo loro erano diventati dei simboli di alcuni luoghi della nostra città. Le raffiche di vento non hanno risparmiato il cedro del Libano che campeggia nel parco del palazzo della Torre in piazza Vittoria, sede della Prefettura. Dopo aver subito i danni della tromba d’aria, la pianta secolare è stata messo in sicurezza grazie all’ intervento dei Vigili del fuoco, che hanno provveduto a troncare i rami più grossi e ancora pericolanti. Fortunatamente non sono stati causati danni alle vetture parcheggiate all’interno del parco. Nei prossimi giorni sarà effettuata una verifica più accurata sulle sue condizioni, per capire se sarà necessario ricorrere all’abbattimento. Tra gli altri alberi secolari colpiti dal maltempo di domenica, anche il grande pino nero di parco Coronini, alto oltre trenta metri, che si ergeva lungo il lato destro del palazzo, sul pianoro dove in estate si tengono le serate del premio Amidei. L’albero, che cadendo ha sfiorato la villa, ha anche sollevato una porzione del terreno che ora dovrà essere ripristinato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *