A Reja il Città di Gorizia

Edy Reja
Edy Reja
«Per la passione e la professionalità che hanno accompagnato la sua lunga carriera nel mondo del calcio», Edy Reja, ex calciatore, oggi allenatore della Lazio, riceverà l’edizione 2012 del Premio Santi Ilario e Taziano – Città di Gorizia, istituito nel 2001 e destinato a personalità che hanno dato lustro alla città.
Reja, nato a Gorizia nel ’45, a soli 17 anni viene selezionato dalla Spal a Ferrara, dove inizia una brillante carriera da centrocampista, vincendo assieme a Fabio Capello il campionato Primavera nel 1965. Passando per Palermo e Alessandria, appese gli scarpini al chiodo nel 1977 tra le fila del Benevento.
La sua carriera da allenatore iniziò appena due anni più tardi, chiamato a Molinella, in provincia di Bologna. Ritornò a Gorizia per la stagione 83-84, dove ebbe l’opportunità di allenare Gigi Del Neri. Due carriere che il destino calcistico avrebbe pensato ad unire. Ma la specialità dell’allenatore goriziano sono le promozioni. Ben quattro le promozioni in serie A, su quattro panchine diverse. Con il Brescia nel 1997, con il Vicenza nel 2000, con il Cagliari nel 2004 e con il Napoli nel 2007, preso per mano in serie C e riportato nella massima serie (per la prima volta dopo l’era Maradona) grazie a due promozioni in pochi anni.
Sostituito a Napoli da Donadoni, nel 2009 Reja trovò l’accordo con l’Hajduk Spalato, che lo portò ad allenare in Croazia fino al termine della stagione, quando rientrò in Italia per sedersi sulla panchina della Lazio.
Il premio verrà consegnato lunedì 19 marzo, alle ore 16, presso l’Auditorium della Cultura Friulana in via Roma. Durante la cerimonia, sarà anche consegnato ad Antonio Scarano, sindaco di Gorizia dal 1980 al 1992, un riconoscimento alla carriera politica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *