Opporsi al delirio

Mentre c’è chi a Roma lancia appelli alle forze democratiche e responsabili per far fuori Berlusconi e salvare l’Italia noi più modestamente lanciamo un appello a tutte le persone con un minimo di sale in zucca affinché non prendano nemmeno in considerazione la delirante proposta di bloccare la costruzione dell’ascensore al castello, salvando con questo forse l’ultima possibilità di modernizzazione della città. Negli ultimi vent’anni in questa città troppi progetti fondamentali sono stati fermati da una cricca di perdenti cronici incapaci di diventare forza di governo e quindi impegnati a distruggere quello che non sapevano costruire. Ad aiutarli amministrazioni incapaci di una visione strategica e di idee veramente innovative e una classe imprenditoriale meschina e piccina, buona solo a lucrare su morenti rendite di posizione e piccoli traffici più o meno legali. L’ascensore al castello non cambierà sicuramente lo sfascio in cui ci trasciniamo ma potrebbe aiutare a valorizzare e pedonalizzare una delle poche attrattive turistiche della città. Va quindi realizzato ora, subito senza indugio. La solo idea che si possa bloccarlo riporterebbe la nostra città indietro di dieci anni, ai giorni cupi della battaglia contro il progetto della Scuola Guardia di finanza. Ricordate? Bisognava salvare l’aeroporto in vista di una sua sicura futura valorizzazione. Qualcuno l’ha visto di recente com’è ridotto? chi bloccò quel progetto di valorizzazione per obliqui ed oscuri interessi, oggi non si vergogna nemmeno un po’?
Ecco: quella visione miope e distruttiva della città deve essere relegata nel nostro passato. Chi è oggi forza di opposizione in città potrebbe un giorno diventare forza di governo. Vuole forse essere chiamato a governare su un mucchio di macerie?

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Le opinioni dei lettori su "Opporsi al delirio"

  1. Tutto vero. Tempo fa, un amico che fa attualmente parte del consiglio comunale a Gorizia, mi disse: belle le tue proposte, ma il pubblico non è come il privato; prima di poter realizzare qualcosa anche di semplice o palese bisogna far coincidere 50.000 diversità ed avversità burocratiche e non è detto che anche sbrogliate queste si riesca nell’intento. Infatti. Spesso noi semplici cittadini immaginiamo che le persone che dovrebbero pensare al bene pubblico lo facciano. No, non è così. Partendo dal nostro piccolo orticello fino ad arrivare ai sontuosi palazzi romani, i politici, siano questi di qualsiasi estrazione partitica, nella maggioranza dei casi remano contro pur di distinguersi dall’avversario politico. Non conta che l’idea sia valida o meno, conta mettere in cattiva luce chi la propone.

  2. Non sono d’accordo con il sig. Spritz.
    Il Forum per Gorizia ha pubblicato questo video in youtube:
    http://www.youtube.com/watch?v=MbCHwkoAmFs
    Se qualcuno di voi è in grado, punto per punto, di smentire i problemi tecnici che espone, bene, significa che l’ascensore è valido. Se non siete in grado ( come non sembra esserlo Romoli), significa che il vostro parlare di “cricca di perdenti”, “giorni cupi”, ecc, è solo un modo per scansare il dibattito sull’arrosto, concentrandosi sul fumo. Questo video spiega per la prima volta ( e da una punto di vista solo, quello dei detrattori ) come sarà sto ascensore. I sostenitori, sindaco in testa, invece, nella loro spocchia ritengono di non dover dare spiegazioni a nessuno. Ammesso e non concesso che ne siate capaci.
    Saluti.

  3. Gent.Sig.Drosghig, la ringrazio per il “Sig.” e la invito cortesemente a rileggere il mio intervento (che è la risposta al articolo sopra di cui NON sono l’autore) e di prestare maggiore attenzione per capirne il significato. Il remare contro può essere dire no alla realizzazione di un’opera pubblica, come dire no nel sentirne le ragioni per poi realizzarla comunque. Due muli che tirano uno da una parte ed uno dall’altra, con il risultato che si rimane immobili. Nel mio ultimo intervento mi limitavo ad osservare i muli. Nel filmato si parla del prima e del dopo; prima di Romoli si sono susseguite diverse giunte di diverso colore e mi pare disonesto addossare tutte le colpe a quest’ultima, preferendo spalmarle un pò a tutte. Per tutto il resto lascio ben volentieri replicare i protagonosti chiamati da lei in causa e dei quali io non faccio parte.

  4. Non entro nel merito ascensore si o no: ma di chi è la voce narrante maschile del filmato? Ha un’inflessione dialettale fastidiosissima… Ascenzore… Grrrrrr… Che fastidio! Possiamo indurre un referendum per cambiare voce nel filmato? Ascenzore… Ma dimmi te.

  5. Che video orrendo e noioso!
    Sig. Andrej Drosghig: quali sarebbero i problemi tecnici esposti? Mi scuso, ma nel video da lei indicato non ne ho trovato alcuno. Nessun dato, nessun problema tecnico. Unica proposta presente in 7 minuti di video: “Usiamo un autobus elettrico, che costa 100 volte meno in acquisto ed in gestione”.
    O forse, per lei, problema tecnico è: “bisogna disboscare tutti i 100 mt di collina per una fascia di 10”..
    Oppure.. ODDIO, “bisogna bucare le mura del castello” (per farci una porta. normale.)
    Oppure.. la velata ironia sui 4 secondi per il secondo ascensore.. (già perché queste persone non hanno problemi di deambulazione..)
    O forse si riferisce alla questione molto nobile del “non c’é scritto da nessuna parte che dobbiamo restituire i soldi” ripetuta 4 o 5 volte nel corso del video..
    Al di là della nobiltà di questa frase, pongo la questione in maniera lievemente diversa:
    Dopo aver distrutto Piazza Vittoria, chiuso la galleria Bombi e lasciata allo sfascio e NON aver realizzato l’ascensore… CUI PRODEST?
    Tutta una parte della città é praticamente MORTA.
    E’ diventata un “cul de sac” senza alcuna attrattiva.
    Un posto in cui “si passa”… ci si volta e si pensa “ma guarda che schifezza..” e si prosegue per la propria strada.
    E dopo tutti questi anni.. si vuol togliere il danaro già stanziato per completare l’intervento, perché “NON E’ NECESSARIO RESTITUIRLO”???????

    MA NON VI VERGOGNATE NEANCHE UN PO’??

  6. ma come vi permettete di additare la gente con epiteti tipo “cricca di perdenti cronici”, vergognatevi… cricca di scrittori senza rispetto…

  7. Nel video per la prima volta qualcuno si è preso la briga di spiegare il progetto, pur essendogli contrario. Poteva magari farlo meglio, ma, ribadisco, nessun altro l’ha fatto. Mentre invece i sostenitori, sindaco in testa, anzichè descrivere il progetto, sono stati capaci solo di ricattare dicendo ” o lo facciamo o perdiamo i soldi”. Il video dimostra che questa è una solenne panzana. Le tre cabine e le altre infrastrutture deturperanno irrimediabilmente la collina del castello. Inoltre il video non ha parlato dei costi di questa follia. Come verranno recuperati? E’ stato fatto uno studio comparato sui benefici turistici di questa cosa?
    Ma forse opporsi a questa pagliacciata equivale a darle troppa importanza. Sono passati oltre tre anni dall’inizio della giunta e Romoli e “Dopo aver distrutto Piazza Vittoria, chiuso la galleria Bombi e lasciata allo sfascio e NON aver realizzato l’ascensore…”, come dice l’amico Puntoz3r0, si sono ricordati che il tempo sta per scadere e allora hanno rispolverato il loro talento maggiore: dichiarare, che poi troppo dannoso non è. Il castello intanto continua a essere pieno di erbacce e arbusti. Coll’ascensore ci porteremo i botanici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *