56bis, dalla Regione arriva l’ok

È destinato a sbloccarsi definitivamente nelle prossime ore l’iter per la realizzazione dell’ultimo tratto goriziano della strada statale 56. Ad annunciarlo è il consigliere regionale del Pdl, Gaetano Valenti, che spiega come sia stato perfezionato dagli uffici della Direzione infrastrutture della Regione il decreto per l’affidamento in delegazione amministrativa al Comune di Gorizia dell’intervento, atto burocratico che precede, di fatto, la fase di avvio dell’iter di progettazione ed esecuzione dei lavori. 

Il consigliere regionale Gaetano Valenti (Pdl).
«La documentazione relativa allo stanziamento da 3 milioni 250 mila euro previsto per portare a termine i lavori della 56bis è già arrivata sui tavoli della ragioneria regionale, che nelle prossime ore provvederà ad apporre l’atteso visto finanziario, sbloccando i fondi», spiega Valenti. Il tratto, circa un chilometro è mezzo, è quello che dalla nuova rotonda di Mossa, nei pressi del campo sportivo, si ricongiunge alla porzione di statale che dall’incrocio di via Gregorcic a Sant’Andrea permette di raggiungere lo stradone della Mainizza. «La realizzazione dell’opera permetterà di rispettare le esigenze degli abitanti di Lucinico e Mossa, ma anche di fornire nuove prospettive per lo sviluppo economico ed infrastrutturale, con un collegamento più rapido e diretto tra il capoluogo isontino e Udine», rileva il consigliere regionale del Pdl.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *