2016, l’anno dei ponti

Siamo appena ad ottobre ma già c’è chi analizza il calendario 2016. Lo ha fatto Repubblica.it e ha scoperto che incastrando bene i festivi con eventuali giorni di ferie si potranno fare settimane lavorative abbastanza corte. In sintesi richiedendo 7 giorni di ferie ai momenti giusti si potrà non lavorare un mese, ovviamente nel corso dell’anno, il 2016, che prevede 252 giorni lavorativi e 11 festivi. Un esempio: il primo gennaio cade di venerdì, quindi mini ponte fino al 3 compreso. Ancora meglio il 6, l’Epifania che cade di mercoledì. Facendo ferie il 7 e l’8, si lavora solo due giorni. Repubblica.it poi fa l’esempio di alcuni weekend lunghi: il 25 aprile, anniversario della Liberazione, cade di lunedì. Poi giugno con la possibilità di un bel ponte di una settimana. Il 2, festa della Repubblica cade di giovedì: basterà chiedere ferie l’1 e il 3 e il relax è assicurato. E lo si potrà, o potrebbe, fare anche a novembre e dicembre: il primo novembre, festa di Ognissanti, cade di martedì, mentre l’8 dicembre, festa dell’Immacolata, di giovedì. Quindi a scelta, e sempre potendolo fare, un ponticello è possibile. Come del resto a Natale, il 25, con il 26 Santo Stefano. Insomma Repubblica.it ci da le dritte per usufruire di weekend lunghi, o mini ponti, o mega ponti. Ce li potremmo permettere? Staremo a vedere. Intanto sognare non costa nulla.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *